Lorenzo Tussardi

Nato il 21-05-1963 a Padova, inizia la pratica delle arti marziali nel 1980 dello  Yoseikan Budo, con il Maestro Massimo Griggio. L’anno seguente decide di approfondire la conoscenza del budo giapponese e frequenta i corsi di karate wado ryu, judo e aikido, oltre a continuare la pratica dello yoseikan budo, frequentando regolarmente gli stage con i Maestri Lino Lacassia e  Silvano Tomba.

Da sx: Lorenzo Tussardi, Minoru Mochizuki, Soji Sugiyama

Dopo solo un anno e otto mesi di pratica consegue il grado di cintura nera di yoseikan budo, vince i campionati triveneti, gli italiani e viene selezionato per la nazionale. In quegli anni accresce la sua esperienza marziale frequentando moltissimi stages in Italia e in Europa con Maestri di varie discipline, tutte comunque legate al budo Giapponese. Attraverso il Maestro Lino Lacassia (direttore tecnico della Federazione Italiana Yoseikan Budo) conosce il Maestro Shoji Sugiyama, primo assistente del Maestro Minoru Mochizuki (10° dan Aijìkijujutsu Yoseikan e tesoro nazionale vivente del Giappone) e ne diventa uno degli allievi più assidui. Con lui inizia la pratica dell’Aikijujutsu Yoseikan, del Kenjutsu e del Kobudo giapponese.

A Torino e a Parigi con la Nazionale Italiana di Yoseikan Budo vince il campionato europeo a squadre nelle specialità kumite e kenjutsu yoseikan.

Abbandona lo yoseikan budo con il grado di 3° dan, conosce il Maestro Giuseppe Formenton ( 5° dan karate Shotokan e uno dei più preparati maestri italiani ) inizia a studiare con lui e per i sucessivi 8 anni lo segue assiduamente diventandone uno degli allievi più stretti e ricevendo da lui una notevole preparazione sul piano fisico, tecnico e teorico. Con il Maestro Formenton inizia la carriera nel karate agonistico settore kumite tradizionale open, vince più volte i campionati triveneti e arriva terzo agli italiani. Confluisce nella JKA (japan karate association), inizia a seguire i corsi del Maestro Yamada (direttore tecnico della JKA Italia) e partecipa a numerosi stages in Europa con i Maestro Asai, Abe e soprattutto con il Maestro Mikyo Y ahara (selezionatore della nazionale Giapponese di kumite e figura leggendaria del karate agonistico) che influenzerà notevolmente il suo stile di combattimento.

Proprio durante il primo stage con il Maestro Yahara, a Pordenone, davanti a 100 cinture nere provenienti da tutta Europa viene scelto dal Maestro per dimostrare la tecnica di calcio da lui preferita e appena spiegata (Ushiro Mawashi geri ) riceve i complimenti pubblici del Maestro che afferma: “Continuando a praticare così fra poco tempo diventerai più bravo di me!”.

Nel frattempo continua lo studio dell’aikijujutsu yoseikan e del kenjutsu con il Maestro Sugiyama, con il quale si reca in Giappone nel 1993 in visita al dojo del Maestro Mochizuki Minoru a Shizuoka, l’anno seguente vi fa ritorno e frequenta i corsi di karate alla J.K.A. di Tokio, Viene selezionato per la nazionale italiana JKA in vista dei campionati mondiali di Atene, ma si infortuna ai legamenti del ginocchio 15 giorni prima della gara.

Nel 1992 apre la sua scuola di arti marziali, chiamata Accademia Bushido, che diventa uno dei punti di riferimento per le arti marziali di tutto il nord Italia.

Continua a frequentare stages con alcuni dei più importanti Maestri Giapponesi ed Europei, fra loro citiamo: i Maestro Tanaka, Ochi, Donovan, Valerà, Lavoratò, Boffelli, Shirai per il Karate shotokan, Higaonna e Kokubo per il Karate Gojiu di OKinawa, Oscar Higa per il karate sportivo, Minoru Mochizuki per il budo yoseikan, Sugino Yoshio, Keichi Sugiyama per il kenjutsu Katori shinto ryu, Sato Sensei, per il Daito ryu aikibudo. I maestri: Marcolina, Barioli, Meneghini, Crema per il judo, il Maestro Mescola per il tai chi.

Nel 1997 si reca a Parigi per frequentare uno stage con il Maestro Taiji Kase, 9° dan di karate shotokan, creatore dello stile “Shotokan Ryu Kase Ha” e allievo diretto di Yoshitaka Funakoshi .

Rimane profondamente impressionato dalla figura del Maestro, dalle cose che dice e dalla potenza che esprime nelle tecniche. Il Maestro pratica un karate Shotokan molto duro e realistico, (molto contundente diceva lui) con un pieno recupero di tutto il bagaglio tecnico e strategico che era andato completamente perduto con l’introduzione dell’agonismo.

Il Maestro insegna in definitiva, quello che lui stesso aveva appreso dal Maestro Yoshitaka Funakoshi, (definito dal Maestro Kase “un genio del karate”) e dai suoi assistenti , i Maestri Hironishi, Egami e Okuyama.

Si dedica da quel momento allo studio del karate proposto dal Maestro Kase, continuando a praticare contemporaneamente il Kenjutsu e l Aikijujutsu sotto la guida del Maestro shoji Sugiyama. Frequenta assiduamente per sette anni i corsi che il Maestro Kase tiene in tutta Europa.

Nell’Agosto 2009 su invito dalla Federazione Ucraina di Karate tiene a Simferopol, capitale della Crimea, uno stage di karate shotokan ryu kase ha, davanti a 100 cinture nere giunte appositamente  da molti Paesi della ex unione Sovietica.

Nel 2011 Il Maestro Lorenzo Tussardi si Reca in Giappone per iniziare lo studio della Tenshin Shoden Katori Shinto Ryu con il Maestro Otake Risuke, Shihan ufficiale della scuola.

Esegue il Keppan, giuramento cerimoniale di iniziazione alla scuola e da quel momento diventa assiduo frequentatore del dojo del Maestro, lo “Shimbukan” a Shimofukuda, dove si reca mediamente tre volte all’anno per apprendere dal Maestro Otake Risuke ( e dai maestri Otake Nobutoshi e Otake Shigetoshi) le tecniche della scuola di spada più antica e importante del Giappone. Oltre alla pratica il Maestro Tussardi riceve direttamente dal Maestro Otake lezioni private sulla storia, tecniche di forgiatura e metodi di valutazione delle spade giapponesi.

Attualmente il Maestro Tussardi detiene il 7°dan di karate shotokan, il 3°dan di aikijujutsu, il 3° dan di kobudo yoseikan, il 3° dan di yoseikan budo, il 2° dan di Kick Boxing, il 1° kyu di judo; tiene giornalmente i corsi di karate shotokan ryu kase ha, di kenjutsu Katori shinto ryu e di Aikijujutsu,  presso il suo dojo “Accademia Bushido “ a Padova, conferenze e seminari sulla storia e l’evoluzione della spada giapponese e del Budo Giapponese.

Collabora come consulente per la sezione dedicata alle spade giapponesi, con il  museo d’arte orientale di Venezia “Cà Pesaro”.