Corso di Goshin Jutsu Tussardi Ha – Tecnica dell’autodifesa metodo Tussardi

Il goshin jutsu è il termine usato nelle arti marziali Giapponesi per indicare l’autodifesa.

Frutto degli studi condotti in 37 anni di pratica dal M. Tussardi nelle più importanti arti marziali Giapponesi, questo metodo si propone di insegnare le tecniche e le strategie più indicate per neutralizzare vari tipi di aggressione.

Verrà insegnato come usare al meglio le nostre armi naturali, le armi classiche ed oggetti di uso quotidiano.

Si studieranno inoltre le tecniche di respirarazione più idonee a mantenere il controllo delle emozioni in casi di forte stress.

Il corso ha frequenza settimanale, con lezioni della durate di un ora e trenta cadauna.

Insegnante 
M Lorenzo Tussardi 
7 dan Karate Shotokan
3 dan Aikijujutsu 
3 dan ko budo Yoseikan
3 dan yoseikan budo
2 dan kick boxing 

Giorni e orari : mercoledì dalle 19.00 alle 20.30

Prima lezione mercoledì 27 febbraio

Un nuovo inizio

25 febbraio 2017 – Giappone

Il Maestro Tussardi e i suoi allievi sono in questi giorni in Giappone per una settimana di “keiko” (allenamenti), per una serie di fortunate coincidenze (forse per un po’ di merito) sono i primi occidentali ad inaugurare il nuovo corso della Katori shinto ryu, dopo la recente nomina di Kyoso Sensei in qualità di nuovo Shihan, nomina avvenuta nel settembre scorso ad opera del Soke (capo famiglia) “Choisai Yasusada”.
Oggi il M.Tussardi ha avuto un incontro con Kentaro Relnick, uno degli allievi anziani del M., che gli  ha spiegato le intenzioni del M. Kyoso per riportare la scuola ai vertici tecnici di un tempo. Per fare questo, il M. introdurrà nell’insegnamento la spiegazione di ogni minimo particolare tecnico e delle relative strategie, contenute nei kata di Katori Shinto. Questo approccio negli  ultimi anni era venuto meno, privilegiando la pratica alle comprensione dei principi che la reggono.
Nei prossimi giorni manderemo dei report con le nostre impressioni relative a questo “nuovo inizio” per la scuola, che in realtà rappresenterebbe, a detta del M., un ritorno all’antico.

Osu