M. Yoshitaka

Yoshitaka Funakoshi è stato il vero creatore dello stile Shotokan, con le profonde innovazioni apportate al Karate del padre (Gichin Funakoshi) ha di fatto allontanato definitivamente lo shotokan dagli stili di Karate di Okinawa, avvicinandolo al budo Giapponese ed in particolare al Kenjutsu (arte della sciabola) da cui ha preso ispirazione, copiando le posture e i metodi di allenamento. Stranamente il M Yoshitaka è stato quasi dimenticato e le sue modifiche disconosciute dai creatori del Karate moderno, non solo da quelli che praticano ed insegnano il Karate come sport, ma anche da quelli che usano impropriamente il termine “tradizionale”. Quale miglior tradizione può esserci se non tornare alle indicazioni del fondatore? In questa foto vediamo una delle fondamentali innovazioni del neonato stile Shotokan, la postura chiamata “fudoudachi” , al posto dell inutile e dannoso zenkutsudachi. Perché questa meravigliosa postura è stata abbandonata ? ( non da noi ovviamente) . Alla prossima puntata in cui parleremo dello scempio che è stato fatto negli anni al Karate Shotokan …mata ne!

Corsi Junior di Karate e Spada Giapponese

Sono in partenza i corsi junior di Karate e Spada Giapponese.

La pratica delle arti marziali porta i seguenti benefici:

– Miglioramento della coordinazione motoria
– Aumento delle capacità di concentrazione
– Effetti benefici sulla memoria
– Senso del rispetto e della disciplina nei rapporti con gli altri

Scarica il volantino:

VolantinoKarateBimbi

Livello tecnico superbo

Ieri ed oggi abbiamo sostenuto due allenamenti di tre ore e mezza caduno, sotto la direzione di Kyoso Sensei. Il primo aspetto che è risultato subito evidente, è il livello tecnico superbo del Maestro. Nella mia vita dedicata Interamente allo studio del Budo, solo pochissime altre volte ho avuto la stessa impressione, di trovarmi cioè, al cospetto di un Maestro di livello così elevato, con una conoscenza della tecnica e della strategia della sua disciplina, pressoché assoluta.
Il Maestro ha una cura dei dettagli maniacale e cosa che si ritrova solo nei grandi esperti, inoltre ha sempre una spiegazione logica per ogni cosa, da all’allievo in ogni momento, la motivazione del perché  una tecnica va eseguita in un modo anziché in un altro.
Il salto di qualità rispetto alla pratica precedente è palese, ora non resta che memorizzare tutto quello che il Maestro sta spiegando (per sicurezza abbiamo trascritto tutto fino a notte fonda) e metterlo in pratica. Sara’ faticoso modificare così tanti particolari, ma guardando avanti, al risultato finale di questo lavoro, in questo momento devo dire che prevalgono in noi, un forte entusiasmo e consapevolezza di aver trovato una guida di assoluto valore. Lorenzo Tussardi

Un nuovo inizio

25 febbraio 2017 – Giappone

Il Maestro Tussardi e i suoi allievi sono in questi giorni in Giappone per una settimana di “keiko” (allenamenti), per una serie di fortunate coincidenze (forse per un po’ di merito) sono i primi occidentali ad inaugurare il nuovo corso della Katori shinto ryu, dopo la recente nomina di Kyoso Sensei in qualità di nuovo Shihan, nomina avvenuta nel settembre scorso ad opera del Soke (capo famiglia) “Choisai Yasusada”.
Oggi il M.Tussardi ha avuto un incontro con Kentaro Relnick, uno degli allievi anziani del M., che gli  ha spiegato le intenzioni del M. Kyoso per riportare la scuola ai vertici tecnici di un tempo. Per fare questo, il M. introdurrà nell’insegnamento la spiegazione di ogni minimo particolare tecnico e delle relative strategie, contenute nei kata di Katori Shinto. Questo approccio negli  ultimi anni era venuto meno, privilegiando la pratica alle comprensione dei principi che la reggono.
Nei prossimi giorni manderemo dei report con le nostre impressioni relative a questo “nuovo inizio” per la scuola, che in realtà rappresenterebbe, a detta del M., un ritorno all’antico.

Osu

I Kata del Karate Shotokan utili o superflui?

Introduzione

Affronto con questo scritto uno degli argomenti più scottanti della pratica del karate shotokan, se cioè sia utile e necessaria per la progressione tecnica di un praticante lo studio e la ripetizione dei kata ereditati dal karate di Okinawa.
Lo stile shotokan è uno stile recente, che ha avuto la sua genesi in un periodo storico ben preciso, a cavallo fra il 1936 e il 1943, per opera del M° Gigo Funakoshi, terzo figlio del M°Gichin, che proprio dal 1936 aveva iniziato a condurre i corsi al neonato dojo Shotokan. Fino a quel momento il karate proposto dal M° Gichin Funakoshi era essenzialmente il metodo che lui stesso aveva studiato ad Okinawa e che prendeva il nome di shorin ryu, un karate molto leggero, con posizioni alte, non forzate, senza uso di contrazioni muscolari e comprendeva la pratica esclusiva dei kata e del makiwara; i kihon non erano previsti così come lo studio del combattimento, né codificato, né tanto meno libero.